22/03/2018

I documenti necessari per visitare la Croazia

Se stai per prenotare le vacanze estive e hai deciso che quest’anno la meta sarà l’estero, ma senza spingerti troppo lontano, allora ti consigliamo di approfittare subito dei nostri traghetti per la Croazia da Venezia. In questo articolo ti spiegheremo quali documenti devi preparare per non farti “cogliere impreparato” all’imbarco!

L’estate si avvicina e così comincia a crescere quell’imperativo ricorrente, che ogni anno si fa sempre più pressante, man mano che ci avviciniamo alla terna giugno/luglio/agosto: “È ora di prenotare le vacanze!”. E, naturalmente, prima prenoti più risparmi.

Poniamo che quest’anno tu abbia già deciso che la meta estiva sarà la Croazia, perché soddisfa le esigenze di tutti: c’è il mare, una natura incontaminata, isole e fari da esplorare e, last but not least, città meravigliose tutte da scoprire. Dal 1° luglio 2013, la Croazia è membro dell’Unione Europea, ma non ancora del Trattato di Schengen (voci di corridoio indicano che entrerà a farne parte alla fine del 2018). Per questo, è sempre bene fare un check dei documenti necessari per visitare un Paese straniero come la Croazia, controllando anche quelli per la permanenza.
Curiosità: la Convenzione di Schengen è un trattato internazionale tra diversi Paesi dell’Unione Europea, che regola la libera circolazione delle persone tra gli Stati firmatari (in pratica, si entra negli altri Paesi senza fermarsi alla dogana). Non far parte di questo accordo significa sottoporre i cittadini a controlli di frontiera, come accadrà – appunto – quando entrerai in Croazia.

Quali documenti devi avere con te per entrare in Croazia?

Prima di tutto ti ricordiamo che, arrivando dall’Italia, avrai bisogno della Carta di Identità in corso di validità (è accettata sia quella cartacea rinnovata con il timbro, sia quella nuova elettronica con proroga di validità cartacea) oppure del Passaporto valido ancora per 90 giorni dopo la data del tuo rientro.

Per entrare in Croazia il visto d’ingresso è necessario solo se ti fermi per più di 90 giorni o se arrivi da un Paese Non Schengen. In questi casi, se alloggi in albergo o in affitto, saranno i relativi responsabili a comunicare la tua presenza alla Polizia locale.

Se transiti da un Paese diverso dall’Italia, t’invitiamo comunque a dare uno sguardo alla pagina https://venezialines.com/visa-requirments/ per verificare che non ti serva una Visa, come accade, ad esempio, per chi viaggia dalla Russia.

Documenti per entrare in Croazia

Quanto denaro puoi portare con te?

Naturalmente, potrai portare con te carte di credito e contanti (euro o altre valute e assegni), ma dovrai dichiarare subito alla dogana se hai denaro per un importo superiore a € 10.000. Anche se preferisci i contanti, ti conviene avere almeno una carta di credito, perché i funzionari della dogana possono vietare l’ingresso a chi non riesca a dimostrare di poter vivere senza lavorare. Secondo il governo croato, la dignitosa sussistenza dei turisti è quantificata in € 100 al giorno, che dovrai dar prova di possedere. A questo scopo le carte di credito e i travellers’ cheques sono utilissimi. Infine, ti ricordiamo che la moneta della Croazia (per ora) è la Kuna croata, ma non avrai difficoltà a cambiare i tuoi euro ovunque.

Traghetto Venezia Croazia

Viaggi con la famiglia?

Se porti con te i tuoi figli minorenni, anche loro avranno bisogno di documenti d’identità individuali (quindi non potranno più solo comparire sul tuo passaporto come ai vecchi tempi). È possibile far riportare il nome dei genitori sul passaporto dei bambini: in caso contrario, meglio avere con sé un “certificato di stato di famiglia” o un “estratto di nascita” per eventuali controlli. Anche la Carta di Identità intestata a minori di 14 anni può, per comodità, recare il nome dei genitori evitando così la richiesta di altri documenti. Infine, oggi è possibile ottenere una “dichiarazione di accompagnamento” anche per un solo specifico viaggio, che può essere inviata agli uffici preposti alla frontiera anche via PEC, mail e fax.

Famiglia in vacanza al mare

Non ti separi mai dal tuo pet?

Se anche tu appartieni al popolo degli amanti degli animali e non lasci mai il tuo peloso a casa, sai già che anche lui ha le sue esigenze in fatto di documenti. La normativa si estende a qualsiasi animale, dai cani e gatti ai pesci, dagli anfibi agli uccelli, dai roditori alle martore: tutti devono avere il passaporto internazionale o il certificato veterinario, che assicuri la provenienza dell’animale e lo stato di buona salute. Naturalmente, ogni malattia infettiva deve essere comunicata subito alla dogana.

Per i cani e i gatti, ci sono alcune importanti indicazioni: oltre al passaporto internazionale (con tutte le vaccinazioni, compresa l’antirabbica e i richiami), devono avere il tatuaggio o il chip. Inoltre, per viaggiare sui nostri traghetti i cani devono avere la museruola, i gatti devono rimanere nei loro trasportini per la durata del viaggio e tutti gli animali devono sempre rimanere insieme ai padroni.

La Croazia è severa con diverse razze di cani: se hai un quattro zampe di razza bull, in particolare pitbull terrier, o incrociato con un bull, purtroppo non potrai portarlo con te, a meno che non sia iscritto all’Associazione Cinofila F.C.I. Sappiamo che l’aggressività dei cani dipende molto dall’educazione dei genitori umani e che il tuo bull è un tesoro, ma per ora queste sono le indicazioni della Croazia. E rispettare le disposizioni dei Paesi ospiti è sempre segno di grande civiltà.

Perfetto! A questo punto sai tutto quello che c’è da sapere sui documenti necessari per visitare la Croazia. Adesso non ti resta che scegliere uno dei nostri traghetti per la Croazia da Venezia e contare i giorni che ti separano dalle meritate vacanze. Buon viaggio!

home Page Blog